Il portale dedicato al tè in Italia
F.A.Q. - Le domande e le risposte sul tè

il tè
- la storia
-
la pianta
- l'infuso
- le varietà
- i paesi produttori
- i tè famosi
- curiosiTea

D: Volevo sapere se è possibile coltivare il the a casa propria, dove si possono comprare le piantine o i semi da piantare??
R: Tanti nostri utenti ci chiedono della coltivazione in Italia della camellia sinensis, la pianta del tè.

Ebbene la Camelia da tè è una camelia e la terra delle Camelie in Italia è la Lucchesia dove queste piante sono coltivate da molto tempo e dove, a Sant'Andrea di Compito, il dott. Guido Cattolica ha dal 1988 uno splendido giardino e produce tè (che però non è commercializzato).

Per informazioni si  può contattare il sito www.camelielucchesia.it


D: Tè cinese e influenza aviaria

R: Il problema dei controlli e della qualità del tè che beviamo è sicuramente serio e ben presente a tutti i consumatori. Se il tè è acquistato in Italia, esso è sottoposto a tutta un serie di controlli che riguardano le qualità fisico-chimiche del prodotto e senza i quali non avrebbe accesso nel nostro paese.
Alcune ditte importatrici italiane eseguono poi un secondo controllo presso laboratori privati ma riconosciuti dal ministero della Sanita per accertare la rispondenza dei campioni alle promesse e escludere presenze di residui tossici legati a pesticidi, ai metalli pesanti presenti in alcuni terreni o acque.
Nel caso specifico ho girato la domanda agli esperti del magazine OK Salute del Corriere della Sera. Eccovi la risposta.

L'influenza aviaria è un'infezione virale che colpisce quasi esclusivamente i volatili selvatici e domestici. I virus dell'influenza aviaria di solito non infettano direttamente l'uomo;  nei casi, finora rari, in cui l'uomo è stato contagiato, la trasmissione è avvenuta in seguito al contatto diretto con animali vivi infetti e/o con le loro feci.
Non c'è, invece, alcuna evidenza di trasmissione da uomo a uomo, né di trasmissione attraverso il consumo di carni o uova dopo la cottura. Il virus è, infatti, sensibile al calore e viene distrutto durante la procedura di cottura degli alimenti.
A maggior ragione non c'è da preoccuparsi per quanto riguarda il consumo di tè: si può continuare tranquillamente a gustarlo senza alcun rischio di contrarre l'influenza aviaria.


D: Ho una leggera allergia al nichel solfato e nell'elenco dei cibi che lo includono compare il tè, in diverse concentrazioni. Volevo sapere se c'è una tipologia di tè
che non lo contiene.

R: Sono molte le domande relative al rapporto tra tè e patologie (inverso del tradizionale Tè e salute). Abbiamo scelto questa delle allergie perché ci ha dato la possibilità di presentare un aspetto nuovo e perché ci permette di leggere una nuova e esauriente risposta del nostro amico dott. Gianluigi Storto, chimico e autore de Il Grande Libro Italiano del Tè, ed. Avverbi.

Il Nichel è un metallo i cui effetti allergenici sono noti da molto tempo. Esso è presente non solamente in leghe di questo metallo o in metalli che lo contengono come impurezza (per esempio l'argento) ma anche in molti prodotti industriali, come i detergenti e le margarine. Infatti il nichel è spesso usato come catalizzatore in certe reazioni chimiche per cui una minima quantità ne rimane nel prodotto finito. Questo è il motivo per cui molti manifestano l'allergia tipica al nichel anche in presenza di detersivi o di cibi che contengono grassi parzialmente idrogenati (le margarine, peraltro dannose per tutta una serie di motivi di diversa natura), praticamente ubique nei prodotti da forno di origine industriale.
Come molti altri metalli, il nichel è presente nel terreno ed è assorbito dai vegetali in quanto risulta biologicamente essenziale, che significa che senza di esso non si può vivere. Cavie tenute infatti in rigorosa assenza di questo metallo, hanno manifestato problemi gravi. Ovviamente i quantitativi richiesti sono estremamente bassi e questo fa sì che gli organismi ne assorbano piccole porzioni. Di conseguenza moltissimi vegetali - o arni di animali che mangiano questi vegetali- contengono nichel, chi più e chi meno. La liquirizia e i pomodori, per esempio, ne contengono un bel po' ma anche la Camellia sinensis ne riesce ad accumulare fra gli 0,03 e 1 milligrammo per chilo. Il cacao arriva a contenerne fino a circa 10 mg/kg.
In genere l'allergia al nichel è di tipo dermatologico, nel senso che la principale fonte di contatto è cutaneo. Tuttavia in soggetti che manifestano questo tipo di allergia, l'ingestione di alimenti contenenti nichel può peggiorare il quadro clinico. Dato che come dicevo il cacao e la liquirizia contengono molto più nichel del tè, per essere certi che l'esposizione per ingestione al nichel dia effettivamente problemi allergici, farei prima la prova con questi alimenti, prima di eliminare il tè.
Per quanto riguarda il contenuto di questo metallo nei vari tipi di tè, è assolutamente impossibile predirlo, in quanto esso dipende direttamente dal contenuto di nichel nel terreno su cui era coltivata la pianta. Raccolti provenienti da piantagioni diverse, pur della stessa varietà, conterranno dunque quantitativi di nichel diversi ed imprevedibili a priori. Non mi risulta esistano tè nichel free, così come invece esistono oggetti privi di nichel e destinati appunto a chi soffre di allergia a questo metallo. Sicuramente sconsiglierei a un allergico al nichel di bersi una tazza di tè alla russa, ovvero da un bel samovar d'argento... Una precisazione: l'allergene è il nichel ed ovviamente tutti i sali di questo metallo che siano ovviamente solubili e biodisponibili. Fra questi anche il nichel solfato, ma l'attenzione va al metallo, non tanto all'anione solfato, in questo caso del tutto innocuo.

risorse
- libri
- indirizzi
- links
- news
- manifestazioni
- corsi
- ricette

[f.a.q]
[focus]
[contatti]

[glossario]

[credits]
[home]

TeaTime Blog


Inviate le vostre domande a info@teatime.it

- Italian Language School in Milan
- Amalfi Hotel L'Antico Convitto
- Accommodations on the Amalfi Coast
- Amalfi Houses and Apartments
- Hotel Bellevue Amalfi
- Italian Ceramics and Pottery
- Roccia Fiorita B&B
- Apartments in Ravello
- Amalfi Coast Guide
- Italian Ceramic art
- Bed and Breakfast in Amalfi Coast
- Amalfi Coast Drive
- Amalfi Residence
- Amalfi Hotel Centrale

 

I nostri Partner

Bed and Breakfast in Costiera Amalfitana - Amalfi Coast Bed and BreakfastIl Rifugio di Ela Bed And Breakfast è a Furore, in Costiera Amalfitana terra di tradizioni antiche e di prodotti meravigliosi, Lasciatevi sedurre dai suoi panorami incantevoli e dalla sincerità della nostra ospitalità.

Bed And Breakfast Amalfi Coast Roccia Fiorita Bed and Breakfast Amalfi Coast
Just far enough from Amalfi to guarantee you an oasis of calm and relax. Just a few kilometres to leave the traffic behind, along with the caos and the confusion typical of the Amalfi Coast. Just 8 kilometres away and you can enjoy the unique views and a regenerating holiday with all comforts.


Italian Ceramics Shop
Online catalogue

Residence Hotel in Amalfi ::: Choicest accommodation on the Amalfi Coast

 

Questo sito si occupa dei seguenti argomenti:
Tè in Italia, tè in foglie, tè sfuso, tè in bustine, tè verde, tè bianco, tè semifermentato, tè nero, tè rosso, tè della Cina, tè cinese, tè del Giappone, tè giapponese, tè di Ceylon, tè dello Sri Lanka, tè di Giava, tè indiano, tè indonesiano, tè del Darjeeling, tè dell'Assam, tè di Taiwan, tè di Formosa, tè oolong, tè wu long, tè puerh, tè pue'rh, tè pu-erh, pu'er, tea time, teatime, tea time inglese, teatime inglese, i tè di Twinings, tè Lipton, tè di Fortnum and Mason, tè Whittard of Chelsea, tè di Harrod's, i benefici del tè verde, effetti benefici del tè verde, tè verde e salute, tè verde e gli effetti sulla salute, effetto dimagrante del tè verde, tè verde cinese, tè verde giapponese, tè verde di coltivazione biologica, preparazione del tè, preparazione del tè verde, Lung Ching, Pi Lo Chung, Ti Kuan Yin, Shui Hsien, Yin Zhen, Fenghuang Dancong, Beeng cha, i negozi di tè, negozi che vendono tè in Italia, negozi di tè a Londra, negozi di tè a Parigi, gli indirizzi dei negozi di tè, i links ai siti che parlano di tè, siti che vendono tè su internet, online tea shops, associazioni che studiano il tè, corsi sul tè, corsi di degustazione, corsi di tea taster.
Site contents:
English tea, tea, teapot, green tea, teacup, tea set, benefit of green tea, chai tea, white tea, tea kettle, tea gift, play tea set, black tea, high tea, rooibos tea, oolong tea, tea bag, tea rose, tea sandwich, green tea weight loss, lipton tea, tea box, tea jasmine, tea leaf, gourmet tea, Chinese tea, tea house, green tea diet, Japanese tea ceremony, organic tea, red tea, tea cart, afternoon tea, tea bag folding, tea cup poodle, tearooms, tealeaf, loose tea, green tea health benefit, Chinese tea, flavored tea, tea room, tea ceremony, teatime, tea time, recipe sandwich tea, party recipe tea, tea bagging, Chinese green tea, history of tea, African tea, whole sale tea, hot tea, red rose tea, Japanese tea, tea company, tea recipe, cha tea recipe, teacake, Ceylon tea Lung Ching, Pi Lo Chung, Ti Kuan Yin, Shui Hsien, Yin Zhen, tea shops, addresses of tea shops, links, tea site, internet web site about tea, e-commerce



© 1997-2007, Andrea Apicella - TeaTimeClub. Tutti i diritti sono riservati.
Salvo a fini commerciali, è autorizzata la riproduzione del contenuto del sito purché sia citata la fonte.